Valutazione integrata dell’inquinamento atmosferico e del relativo impatto sulla salute

Valutazione integrata dell’inquinamento atmosferico primario e secondario e del relativo impatto sulla salute nel bacino padano e nel territorio bresciano

Prende il via il progetto di ricerca dal titolo “Valutazione integrata dell’inquinamento atmosferico primario e secondario e del relativo impatto sulla salute nel bacino padano e nel territorio bresciano” promosso dall’Università degli Studi di Brescia nel contesto della convenzione quadro che l’Ateneo ha siglato con A2A per la collaborazione scientifica finalizzata alla promozione del Benessere delle Persone nell’Ambiente.  

Con questo studio l’Università degli Studi di Brescia si propone di:

 

  • implementare una metodologia integrata attraverso la quale valutare sul territorio il peso delle emissioni atmosferiche di inquinanti  prendendo in considerazione  tutte le fonti presenti (traffico veicolare,  industrie,  attività agricole e zootecniche,  impianti di produzione di energia,  fonti domestiche, processi di trattamento dei rifiuti, ecc.);

 

  • quantificare il loro coinvolgimento nei processi fisico – chimici di formazione di inquinanti secondari (ozono, PM10, PM2.5, NO2);

 

  • inquadrare i possibili effetti sulla salute dei contaminanti considerati, sviluppando, in particolare, i parametri utili alla  stima del rischio di esposizione della popolazione;

 

  • supportare la identificazione di scenari di miglioramento  (ottenuti con misure tecnologiche e/o dipendenti dai comportamenti individuali) consentendo, tramite modelli matematici di simulazione, la stima dei loro effetti sulla qualità dell'aria in relazione alla sostenibilità di tali misure.

La metodologia verrà applicata al bacino padano con particolare riferimento alla regione Lombardia e all’area metropolitana di Brescia, grazie anche alla collaborazione con RaMET, il Consorzio di AIB che raggruppa le più significative aziende metallurgiche della provincia.

 

Lo studio intende dunque contribuire all’avanzamento della conoscenza scientifica relativamente al tema dell’inquinamento atmosferico a partire da uno specifico focus sul contesto bresciano. In sintesi, sarà effettuata l’analisi dei fattori di pressione (emissioni), la valutazione del loro impatto sulla qualità dell'aria e il rischio per la salute dei cittadini, individuando misure di risanamento della qualità dell'aria sul territorio.

 

L’Amministrazione del Comune di Brescia condivide le finalità del progetto di ricerca e auspica che i risultati conseguiti possano validamente contribuire all’Osservatorio aria bene comune, di prossima istituzione presso l’Assessorato Ambiente, Verde e Cave e Protezione Civile.

Ramet Società Consortile

Conferenza Stampa
(pdf)

GALLERIA FOTOGRAFICA

Raineri Design